Spettacoli

Homepage > In evidenza > Coronavirus: info e rimborsi > Spettacoli

Le novità della legge di conversione (l. 17 luglio 2020) del “Decreto Rilancio” (d.l. 19 maggio 2020 n. 34):

In caso di spettacoli annullati nel periodo dell’emergenza COVID-19 e fino 30 settembre 2020, il consumatore ha diritto al rimborso del prezzo pagato oppure può ricevere dall’organizzatore un voucher di pari prezzo, con validità di 18 mesi dall’emissione.

ATTENZIONE. L’istanza di rimborso all’organizzatore deve essere formulata entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione (dal 19 luglio 2020) o dalla data in cui è comunicata dall’organizzatore la cancellazione dell’evento.

In caso di concerti di musica leggera, alla scadenza dei 18 mesi di validità del voucher, l’organizzatore deve restituire la somma versata quando la prestazione dell’artista originariamente programmata sia annullata, senza rinvio ad altra data compresa nel periodo di validità del voucher. In caso di cancellazione definitiva del concerto, l’organizzatore è tenuto a restituire immediatamente la somma versata.

Quanto sopra si applica anche ai voucher già emessi.

Per approfondire la normativa del Codice Civile, derogata dai provvedimenti legislativi emessi nel corso dell’emergenza COVID-19: IMPOSSIBILITA’ SOPRAVVENUTA: IL DIRITTO AL RIMBORSO

 

Per avere informazioni o assistenza, si può chiamare il numero 011 5611414, scrivere un'email all’indirizzo rimborsi@movimentoconsumatori.it o rivolgersi allo Sportello online MC

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link