Scuola

Homepage > In evidenza > Coronavirus: info e rimborsi > Scuola

ASILI NIDO, SCUOLE DELL'INFANZIA E REFEZIONE SCOLASTICA

A seguito della chiusura delle scuole conseguente ai provvedimenti del Governo per la diffusione del Covid19, le famiglie con figli iscritti ad asili nido o scuole dell’infanzia privati o convenzionati non sono tenuti a corrispondere le rette per i mesi di chiusura. Eventuali contatti con i bambini o attività didattiche proposte a distanza, per i bimbi più piccoli, non possono essere considerate sostitutive delle normali attività didattiche.

Il Codice civile (artt. 1463 e 1464) prevede che in caso di impossibilità sopravvenuta della prestazione (nel nostro caso, l’offerta formativa) non possano essere richiesti pagamenti per attività divenute impossibili anche per ordini delle autorità non imputabili, come per i gestori degli asili la chiusura delle scuole disposta dal Governo.

Tutte le famiglie hanno diritto a non pagare le rette mensili per i mesi con le scuole chiuse e a chiedere il rimborso delle mensilità pagate in anticipo, dei costi per la refezione scolastica e per i servizi aggiuntivi di pre o post scuola.

Gli effetti economici della chiusura delle scuole non possono essere addossati alle famiglie che hanno già subito notevoli disagi e costi in conseguenza dell’emergenza.

Molti asili e scuole si rifiutano di rimborsare le rette già pagate o chiedono il pagamento di quelle per i prossimi mesi. Per chiedere i rimborsi o per segnalarci comportamenti illeciti telefona allo 011 5611414 (attivo dalle 9.00 alle 17.00) o scrivi a rimborsi@movimentoconsumatori.it.

Sosteniamo scuole dell’infanzia e asili nido affinché possano ottenere dal Governo tutti i sussidi necessari per poter continuare la loro missione educativa senza ledere i diritti delle famiglie.

 

VIAGGI E INIZIATIVE DI ISTRUZIONE

In caso di gite annullate a seguito della sospensione di viaggi d'istruzione disposta dal 23 febbraio al 3 aprile 2020 (decreto del presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020si applica il diritto di recesso previsto dal Codice del turismo.

 NOTA BENE: il rimborso puo' essere effettuato anche mediante l'emissione di un voucher di pari importo da utilizzare entro un anno dall'emissione.

Con la conversione del decreto Cura Italia nella l. 24 aprile 2020 n. 27 è stato previsto il rimborso senza emissione di voucher “quando il viaggio o l'iniziativa di istruzione riguarda la scuola dell'infanzia o le classi terminali della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado”.

IMPOSSIBILITA’ SOPRAVVENUTA: IL DIRITTO AL RIMBORSO

Per avere informazioni o assistenza, si può chiamare il numero 011 5611414, scrivere un'email all’indirizzo rimborsi@movimentoconsumatori.it o rivolgersi allo Sportello online MC.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link