Fisco

Homepage > In evidenza > Coronavirus: info e rimborsi > Fisco

Il decreto legge 30.11.2020 n. 157 (DECRETO RISTORI QUATER) ha introdotto alcune misure favorevoli ai cittadini in materia di rateizzazione delle cartelle di pagamento, di saldo e stralcio e di rottamazione dei carichi (c.d. definizione agevolata).

ROTTAMAZIONE E SALDO E STRALCIO

Il decreto modifica l’articolo 68, III comma, decreto legge 18/2020, e posticipa il termine di pagamento delle rate del saldo e stralcio e della rottamazione in scadenza nel 2020 dal 10.12.2020 al 01.03.2021.

RATEIZZAZIONI

Il decreto modifica poi l’articolo 19 D.P.R. 602/1973 in materia di rateizzazione introducendo una serie di disposizioni più favorevoli per i cittadini.

Innanzitutto viene stabilito che a seguito della presentazione della richiesta di rateizzazione e fino alla data dell'eventuale rigetto della stessa richiesta ovvero dell'eventuale decadenza dalla dilazione (mancato pagamento di 10 rate anche non consecutive) non possono essere iscritti fermi amministrativi, ipoteche ed avviate procedure esecutive (pignoramenti).

Inoltre il pagamento della prima rata della dilazione richiesta comporta, a determinate condizioni, l'estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate.

Anche se è decaduto da precedenti piani di rateizzazione e/o rottamazione presentate negli anni 2017 e 2018 (e quindi non l’ultima) il cittadino ha diritto ad ottenere un nuovo piano di dilazione (ma non di rottamazione) presentando la richiesta entro il 31 dicembre 2021, senza necessità di saldare le rate scadute alla data di relativa presentazione.  

L'art. 1 d.l. 129 del 20 ottobre 2020  aveva disposto la proroga della sospensione fino 31 dicembre 2020 dei termini di pagamento scaduti tra l’8 marzo e il 31 dicembre 2020, derivanti da cartelle e ingiunzioni (ad esempio, per multe, tributi locali, canoni Rai, bollo auto e tasse, Inps, Inail, etc).

Quanto sopra era già stato disposto dal decreto Cura Italia (art. 68) DL 18/2020 che inizialmente dettava la sospensione a decorrere dall'8 marzo sino al 31 maggio 2020. L’art. 154 d.l. del 19 maggio 2020 aveva prorogato la sospensione fino al 31 agosto 2020 e l’art. 99 d.l. 104 del 14 agosto 2020 ha prorogato fino al 15 ottobre 2020.

ATTENZIONE: i pagamenti in scadenza dall’8 marzo al 31 dicembre 2020 dovranno essere effettuati entro il mese successivo alla scadenza del periodo di sospensione e, dunque, entro il 31 gennaio 2021.

Per approfondire clicca qui

 

Per avere informazioni o assistenza si può chiamare il numero 011 5611414, scrivere un'email all’indirizzo rimborsi@movimentoconsumatori.it o rivolgersi allo Sportello online MC.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link