A Firenze, la prima Conferenza Nazionale sulla Fragilità

Dove sei: Homepage > Notizie e comunicati > A Firenze, la prima Conferenza Nazionale sulla Fragilità

26-11-2019

“I diritti dei soggetti fragili e la loro relazione con i professionisti della salute: deontologia, etica e responsabilità professionale come comune denominatore”. Con questo titolo al Forum Risk Management di Firenze debutta la prima Conferenza Nazionale sulla Fragilità, il 27 novembre alle ore 14.30 nella Fortezza da Basso, un momento di riflessione sulle esigenze delle persone più fragili attraverso il punto di vista dei professionisti della sanità, di avvocati, notai e delle associazioni dei pazienti.

Tra i promotori dell’evento, Laila Perciballi, referente per le relazioni con la cittadinanza e la promozione dei valori del maxi Ordine delle professioni sanitarie, chiamata a coordinare l’evento dal presidente della Simedet, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica, Fernando Capuano. Oltre ad Alessandro Beux, presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP, parteciperanno Filippo Anelli, presidente FNOMCeO, i rappresentanti di infermieri e ostetriche e esponenti del mondo politico come Beatrice Lorenzin e Federico Gelli.  A due anni dall'attuazione delle leggi che portano la loro firma, rispettivamente la 24/2017 e la 8/2018, riforme rivoluzionarie nel mondo della sanità, è significativo fare il punto con esponenti così rappresentativi del mondo istituzionale.

Ad aprire l’evento la lectio magistralis di Paolo Cendon, che parlerà del diritto dei fragili. La conferenza ha l’ambizioso obiettivo di mettere in comunicazione le professioni – il mondo medico, sanitario, istituzionale, accademico, giuridico ed anche notarile – per prendersi cura a tutto tondo delle persone, soprattutto quelle fragili. "Insieme si può fare". E molto si è già fatto. Insieme al notariato – ed in particolare grazie a Pierluisa Gabiddu, consigliere nazionale – con cui le associazioni dei consumatori hanno un tavolo di lavoro permanente, è stata scritta la guida sul “Dopo di noi”, quella sull’amministrazione di sostegno” e sulla “Terza Età”.

L’approdo finale è proporre il Codice Etico Unico delle 19 professioni sanitarie, guidate da Beux, anche alla FNOMCEO, alla FNOPI e alla FNOPO. I lavori saranno trasmessi in diretta streaming sul sito del Forum Risk Management.

"Partecipiamo volentieri a questa prima conferenza nazionale sulla fragilità caratterizzata dalla compresenza di tutti i protagonisti della filiera socio-sanitari. Un momento importante non solo dal punto di vista scientifico, ma, anche e soprattutto da quello simbolico nella sua idea di fondo di rinsaldare il patto solidaristico e universalistico che contraddistingue e caratterizza il nostro sistema socio-sanitario in una prospettiva unitaria di tutte le professioni coinvolte. Di qui la sua forza e la nostra convinta adesione!", ha sottolineato Alessandro Mostaccio, segretario generale MC.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link