PROCESSO FONSAI MILANO. UNIPOLSAI RESPONSABILE CIVILE DEVE RISARCIRE GLI AZIONISTI

Dove sei: Homepage > Notizie e comunicati > PROCESSO FONSAI MILANO. UNIPOLSAI RESPONSABILE CIVILE DEVE RISARCIRE GLI AZIONISTI

02-07-2015

All’udienza che si è svolta ieri davanti al Gup Andrea Ghinetti, UnipolSai Assicurazioni ha chiesto di essere esclusa del processo Fonsai, in corso a Milano, nel quale era stata citata come responsabile civile  dagli oltre 1000 azionisti ex Fonsai e Milano Assicurazioni, costituiti parte civile grazie all’attività di MC.
Nonostante l'inspiegabile e inattesa adesione del pm dott. Orsi, il gup ha respinto tale richiesta, accogliendo le argomentazioni delle parti civili che si erano opposte all’esclusione della compagnia. Conseguentemente, da oggi Unipol Sai è parte anche del processo milanese (in quello in corso a Torino  era stata ammessa fin dall'ottobre 2014) e dunque potrebbe essere chiamata a rispondere dei danni procurati agli azionisti, in solido con gli imputati, fra cui anche il Vice presidente di Milano Assicurazioni, nonché membro del C.d.A. e del Comitato esecutivo di Fonsai tra il 2010 e il 2012,, di recente rientrato in Italia dalla latitanza svizzera.

Anche il tribunale di Milano ha accolto la tesi del Movimento Consumatori ritenendo che UnipolSai possa essere responsabile dei delitti commessi dai propri ex dirigenti e manager.

 “E’ ora che UnipolSai risarcisca gli azionisti danneggiati dai comportamenti posti in essere dagli imputati – commenta Paolo Fiorio, coordinatore dell’Osservatorio Credito & Risparmio di Movimento Consumatori - da tempo la nostra associazione ha chiesto alla compagnia di accantonare i fondi necessari per rispondere di tutti i danni patrimoniali e non patrimoniali, risarcendo tutti gli azionisti".

Per ulteriori informazioni si può scrivere a fonsai@movimentoconsumatori.it oppure rivolgersi allo Sportello del Consumatore on line.

 

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link