La polizza vita

Homepage > Conosci i tuoi diritti > Assicurazioni > La polizza vita

L’assicurazione è il trasferimento da un soggetto a un altro di un rischio. Il soggetto che trasferisce il rischio è l’assicurato, quello che se lo accolla è l’assicuratore. Un contratto di assicurazione è quindi una garanzia che un soggetto pone contro la possibilità che si verifichi un evento futuro e incerto che recherebbe un danno per il suo patrimonio o per la sua salute

In una POLIZZA VITA viene previsto che la compagnia assicurativa si impegni, dietro la corresponsione di un premio, a liquidare al beneficiario ( o ai beneficiari) designato in polizza, un capitale in un’ unica soluzione o attraverso una rendita, in seguito ad un accadimento relativo alla vita dell’assicurato.
Si tratta di importanti strumenti in termini previdenziali per la propria famiglia, oltre che di un’utile forma di previdenza integrativa.

Una polizza vita costituisce sia uno strumento importante per far fronte ai problemi economici che possono derivare dalla morte di un membro della famiglia, specialmente nel caso in cui l’assicurato concorreva in maniera determinante alla stabilità economica della famiglia stessa, sia un metodo sicuro per garantirsi una pensione integrativa.

Il mercato assicurativo offre diversi prodotti in grado di soddisfare le diverse esigenze e necessità, e che si possono suddividere principalmente in tre tipi di polizza vita:

POLIZZE VITA MISTE

questo tipo di polizze prevedono la liquidazione di un capitale al beneficiario sia in caso di morte dell’assicurato che in caso di vita dello stesso; nel caso in cui, alla scadenza del contratto, l’assicurato fosse in vita, il capitale previsto può essere versato da parte della compagnia assicurativa o in un’unica soluzione o come rendita vitalizia.

POLIZZE VITA CASO VITA

questo tipo di polizze sono caratterizzate dal fatto che alla loro scadenza viene versato al beneficiario un capitale o una pensione integrativa. In questo caso l’assicurazione non prevede alcuna copertura in caso di morte dell’assicurato, ma se ciò dovesse accadere nel corso di validità della polizza, agli eredi del defunto verrà erogato il cumulo dei premi versati fino al decesso dell’assicurato, rivalutato a seconda del rendimento ottenuto grazie alla gestione del patrimonio operata da parte della compagnia assicurativa.
Rientrano in questa categoria anche le polizze a più elevato contenuto finanziario, che prevedono un contratto di capitale differito o di capitalizzazione o le polizze index o unit linked.

POLIZZE VITA CASO MORTE

questo tipo di polizze assicurano la liquidazione di un capitale al beneficiario indicato in polizza in caso di morte dell’assicurato e pertanto non prevedono alcun versamento da parte della Compagnia nel caso in cui, alla scadenza del contratto, l’assicurato sia in vita.

Se hai un problema con la tua polizza vita, apri una pratica online: se sei già iscritto e registrato, accedi, altrimenti apri un account e iscriviti.

Per sapere di più su:

  1. Polizze rivalutabili

  2. Polizze index e unit linked

  3. Piani pensionistici individuali (“PIP”)

  4. Polizze connesse a mutui immobiliari o al credito al consumo (“PPI”)

  5. Contratti assicurativi stipulati tramite intermediari

  6. Contratti stipulati via telefono o via computer

  7. Gli obblighi informativi delle imprese – documentazione obbligatoria

  8. Revoca, recesso o riscatto della polizza

  9. Liquidazione del capitale o della rendita

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link