CARTE DI CREDITO E REVOLVING

Homepage > Conosci i tuoi diritti > Banche > Credito ai consumatori > CARTE DI CREDITO E REVOLVING

Le carte di credito sono uno strumento di pagamento concesse da banche o finanziarie dopo la firma di un contratto sottoscritto dal titolare della carta. A differenza del bancomat (carta di debito), la carta di credito è associata ad una somma di denaro messa a disposizione sul conto corrente del consumatore titolare della carta con un vero e proprio prestito. Ogni volta che il consumatore utilizza la carta per un acquisto, questo importo di denaro a disposizione sul conto corrente diminuisce, tuttavia, man mano che si provvede al pagamento della rata, la somma di denaro si ricostituisce. L’ammontare delle rate, in molti casi, può essere stabilito dal consumatore stesso a partire da una soglia minima di rimborso. I tassi di interesse sui prestiti concessi con le carte di credito revolving sono generalmente più alti rispetto alle altre forme di credito ai consumatori. Oltre gli interessi richiesti per le somme di denaro utilizzate il finanziatore può richiedere una quota fissa annua per il servizio prestato e altre spese di gestione. Bisogna pertanto prestare molta attenzione all’utilizzo delle carte d credito revolving perché i costi sono molto elevati. Ad esempio, il tasso medio rilevato per il trimestre gennaio – marzo 2014 per il credito finalizzato all’acquisto rateale era pari al 12,26 mentre per il credito revolving era pari al 16,99! Le carte di credito, oltre che revolving, possono anche essere “a saldo”, con queste carte il consumatore titolare paga le spese effettuate con la carta in un’unica soluzione con addebito mensile o bimestrale senza pagamento di alcun interesse.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link