Prestito personale

Homepage > Conosci i tuoi diritti > Banche > Credito ai consumatori > Prestito personale

Il prestito personale altro non è che il comune contratto di finanziamento concluso con una banca o finanziaria richiesto per soddisfare l’esigenza di avere a disposizione una somma di denaro e non finalizzato all’acquisto di un bene o un servizio specifico. Il finanziatore concederà al consumatore la somma richiesta in un’unica soluzione e il consumatore potrà disporre di questa somma a suo piacimento e restituirla a rate. Gli elementi più importanti da considerare al momento di chiedere un prestito personale sono:

Il piano di ammortamentoè il programma di restituzione graduale del prestito attraverso il pagamento a intervalli regolari di rate(normalmente mensile), ciascuna delle quali comprende una quota di capitale (la somma ottenuta in prestito) e una quota interessi (legata al tasso e all’ammontare del prestito). Le rate possono essere di tre tipi:

Il prestito personale nella maggior parte dei casi prevede una formula di rimborso "alla francese", vale a dire rate costanti, composte da una quota capitale che cresce man mano che ci si avvicina alla scadenza del finanziamento e una quota di interesse che decresce in maniera proporzionale. Nella stipula del contratto viene indicata la data di scadenza delle singole rate. Nel caso di mancato pagamento delle singole rate entro le scadenze stabilite, scattano i meccanismi contrattuali previsti per questa ipotesi, tra i quali, generalmente, l'applicazione di penali a carico del cliente o la maturazione di interessi di mora. Se la posizione non verrà regolarizzata, il cliente potrà essere segnalato alle competenti centrali rischi. I costi del prestito personale sono indicati con il T.A.N. e il T.A.E.G.

È bene ricordarsi che, come tutela dal rischio di mancato pagamento delle rate, il finanziatore potrebbe chiedere delle garanzie personali come la fideiussione e/o una polizza assicurativa. La richiesta di queste garanzie è frequente in caso di richiesta di importi elevati, di scarsa affidabilità creditizia del consumatore, di un periodo di ammortamento molto lungo. Fare da fideiussori a un’altra persona significa garantire personalmente al creditore il pagamento del debito di questa persona. Se il garantito è insolvente perché non paga le rate del finanziamento il creditore potrà rivalersi sull’intero patrimonio personale del garante.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link