Phishing: furto di identità online

Homepage > Conosci i tuoi diritti > Banche > Furto di identità: cos'è e quali sono i rimedi > Phishing: furto di identità online

Con lo sviluppo delle tecnologie informatiche è sempre più frequente l’utilizzo da parte dei titolari di conto corrente del servizio di home banking che consente di accedere a una piattaforma online dalla quale disporre bonifici e pagamenti di vario tipo. Può accadere che il cliente nel momento in cui utilizza il canale web rimanga vittima di frodi informatiche dirette a prelevare fondi dal conto corrente attraverso l’utilizzo non autorizzato dello stesso servizio di home banking.

Il phishing è una forma diffusa di frode informatica che consiste nell’invio di email che invitano l’utente a collegarsi al sito dell’intermediario attraverso a un link presente nello stesso messaggio di posta eletteronica, che tuttavia non conduce al sito web ufficiale dell’intermediario, bensì a una sua copia creata dal “phisher”.

I dati che il cliente è indotto a digitare vengono così memorizzati dal phisher che si appropria delle credenziali dell’utente. Nel caso in cui il consumatore è vittima di phishing, potrà essere chiesto il rimborso di importi di pagamenti disconosciuti.

La banca è tenuta a indennizzare il cliente nel caso in cui non abbia adottato adeguati e aggiornati sistemi di sicurezza.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link