Equivalente, il farmaco efficace pi' conveniente

Dove sei: Homepage > Campagne e progetti > Equivalente, il farmaco efficace pi' conveniente

11-11-2012

Il farmaco equivalente (o generico) oggi rappresenta una risorsa importante  per i cittadini. Sceglierlo significa alleggerire la spesa della famiglia, ma anche quella del Sistema sanitario nazionale, che avrà così più risorse per favorire l’accesso a terapie costose e innovative. Per questi motivi, oggi il 50% dei farmaci dispensati in Europa è generico, con punte del 70% in Paesi come la Germania. In Italia c’è ancora strada da fare, visto che oggi solo il 12% dei farmaci distribuiti appartiene a questa categoria. È proprio per fornire le corrette informazioni che Teva Italia, azienda leader nel settore dei farmaci equivalenti, promuove per il 2012 questa campagna educazionale.
Il progetto, patrocinato da Movimento Consumatori, prevede incontri nelle principali piazze italiane, ma anche in molte farmacie, ASL, associazioni e ambulatori, dove medici e operatori sanitari daranno consigli per la prevenzione e la gestione delle principali problematiche di salute e la corretta gestione dei farmaci.

“È bene ricordare – spiega Giorgio Foresti, amministratore delegato di Teva italia, e presidente di Assogenerici - il valore di responsabilità sociale legato all’utilizzo di questi farmaci, che dovrebbe essere comunicato di più anche a livello di pubblico: liberando risorse del sistema sanitario, l’utilizzo massiccio di generici permetterebbe l’allocazione di maggiori fondi per la prescrizione di farmaci innovativi, ancora molto costosi, favorendo così l’accesso alle migliori cure da parte dei pazienti. Il risparmio generato potrebbe essere indirizzato alle attività di ricerca medico scientifica, per la messa a punto di nuove molecole".
“I farmaci generici sono medicinali di qualità e, in più, convenienti sia per i cittadini sia per il Sistema sanitario – spiega Marco Grespigna, Business Unit Director di Teva Italia  - Lo scopo di questa campagna nazionale, infatti, è quello di fornire le giuste informazioni ai cittadini, rendendoli consapevoli di questa possibilità terapeutica e liberi di scegliere l’opzione terapeutica più vantaggiosa”.

“Il concetto di sicurezza degli equivalenti, - spiega Rossella Miracapillo responsabile dell'Osservatorio Farmaci & Salute del Movimento Consumatori - ormai dopo dieci anni dalla loro introduzione, è fuori di discussione. Eppure il loro utilizzo è ancora ridotto, con un danno al budget familiare e uno più grande e, meno noto, alle economie delle Regioni. Si pensi, per esempio, che l’addizionale IRPEF, nata per coprire l’extraspesa sanitaria, ha riguardato regioni quali Molise, Lazio, Calabria e Campania. Guarda caso, queste regioni sono il fanalino di coda nell’utilizzo di farmaci equivalenti. Dunque i cittadini pagano due volte: una volta in farmacia e una volta come tasse".

Per essere sempre accanto ai cittadini, poi, altro vero protagonista del progetto è il sito www.equivalente.it.Sul portale, interamente dedicato alla conoscenza del farmaco equivalente, è possibile trovare notizie utili e aggiornamenti, scaricare materiale informativo, partecipare a giochi a quiz sui farmaci equivalenti ed essere sempre aggiornati su tutti gli appuntamenti  della campagna.

Sportello del consumatore

Hai un problema? Risolvilo con lo sportello online!

link

Petizioni

Firma anche tu e sostieni le battaglie per i tuoi diritti

link

Segnalazioni

Fai sentire la tua voce. Inviaci una segnalazione

link